Sconti, da eccezionali a necessari per guardaroba ed elettronica

Con il mordere dell'inflazione gli italiani reinventano le loro abitudini di spesa e il famoso venerdì degli sconti si trasforma in uno strumento per comprare anche abbigliamento. Certo senza dimenticare il possibile telefono nuovo.

Stando alle recenti indagini sembra che gli italiani abbiano atteso i giorni del Black Friday per rinnovare il loro armadio. Proprio l’abbigliamento infatti compare nella TOP 3 degli acquisti in programma nella settimana (42%). Subito dopo elettronica (34%) e poi prodotti per la salute e la bellezza (22%) quasi a pari merito con gli articoli per la casa (21%).  Il tutto dopo aver accuratamente controllato online prezzi e offerte reali con le ricerche sul web in materia che tra 1 e il 20 novembre 2023 sono cresciute del 450%. Italiani inoltre più interessati agli acquisti che gli altri europei conl’85% che dichiara il proprio interesse vs un 75% della media europea. Una spesa prevista che cresce rispetto al 2022 del 19%, raggiungendo in media i 232 euro, sintomo del fatto che, nel tentativo di risparmiare, forse gli italiani hanno rimandato qualche compera aspettando sconti migliori. Il 48% degli intervistati sceglie comunque cifre basse, 150 euro, solo un 9% punta a oltre 500 euro, l’11% rimane tra i 300 e i 500 mentre il 32% ancora più sotto tra i 300 e i 150 euro.